4 Aprile 2018

Il 4 Aprile, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma, si è tenuto un convegno con la partecipazione dell’Autorità Garante, per presentare l’iniziativa e discutere le tematiche di maggiore priorità da affrontare nelle prime fasi della definizione del Codice di condotta.

Americo Cicchetti, direttore dell’ ALTEMS, l’Alta Scuola di Economia e Management dei sistemi Sanitari,  ha aperti i lavori sottolineando come la protezione dei dati, insieme agli aspetti informatici costituiscano ormai elementi imprescindibili delle organizzazioni sanitarie.

Francesco Modafferi -Dirigente del Dirigente del Dipartimento libertà pubbliche e sanità nell’ambito dell’ Autorità Garante per la protezione dei dati personali– dopo una illustrazione delle caratteristiche del Regolamento da intendersi come quadro culturale, organizzativo e normativo per la protezione dei dati personali definita dal Regolamento stesso come “diritto fondamentale dell’individuo”  ha approfondito il tema del ruolo e della valenza dei codici di condotta per la corretta applicazione di quanto prescritto dal regolamento nei diversi settori di attività.

Fabrizio Massimo Ferrara, coordinatore dell’iniziativa e del Laboratorio ALTEMS sui sistemi informativi sanitari ha quindi una presentato l’organizzazione e la metodologia di lavoro dell’iniziativa adottata per la definizione del codice ed il raggiungimento del consenso, secondo metodi scientifici.

E’ seguita infine una tavola rotonda con il contributo di tutte le organizzazioni partecipanti, per riassumere le attività in corso ed individuare gli argomenti di maggiore priorità sui quali focalizzare le prime attività.

__________
Download
Francesco Modafferi – La protezione dei dati nel contesto sanitario
Fabrizio Massimo Ferrara – L’iniziativa per la definizione di un codice di condotta
Tavola Rotonda – Le attività in corso e le aree di interesse prioritario

Intervista rilasciata dal dottor Modafferi in occasione del convegno